Blog ITF

Dalle ultime verifiche che ho fatto, per avere una maggiore precisione, consiglio di fermarsi, nella verifica della distanza, appena prima che la testa e i piedi tocchino le suddette linee. Il DMS è l'unico in ambito delle ottiche di precisione che non segue una configurazione in mils. Sembra essere basato sugli ambiti PSO russi, visto il tipo di marcatore Chevron per la compensazione della caduta dei proiettili ed il sistema di ricerca della distanza stadiametrica.

Kahlia - LRPS - AMS scope

Le ottiche che adesso andremo ad analizzare si basano sul principio di un calcolo molto semplice. Come detto nella prima parte dell’articolo le tacche di riferimento sono collegate all’unità di misura in mils. Di seguito riporto il calcolo che le lega.

(altezza bersaglio(m)*1000)/mils=distanza(m)

L’altezza bersaglio è equivalente a 1,8m (l’altezza media di una unità di combattimento con relativo loadout. Nella figura 7 vediamo un esempio. L'unità copre 2 tacche e per il rapporto sopra indicato avremo 1800/2= 600m.

Kahlia

fig. 7 vista del reticolo Kahlia.

 Kahlia LRPS AMS

fig. 8 vista del reticolo LRPS

Cattura2

fig. 9 vista del reticolo AMS

Come si evince in tutte le 3 figure, cambia il fattore estetico ma il principio rimane lo stesso.

TA31RCO
(ACOG)

Come calcolare la distanza del nostro obiettivo? Allinea il segmento inferiore sui piedi e leggi
il numero corrispondente al limite della testa e a quel punto hai già il dato che ti serve!

 ACOG

Fig. 10 reticolo ingrandito per una migliore visualizzazione. A che distanza si trova l’unità nemica? A voi l’arcano mistero ;))

Per domande o altro, come sempre, a vostra disposizione! Ciao.

 

 

Non sei abilitato a commentare questo elemento, registrati per poterlo fare.

0
0
0
s2smodern

La nostra Newsletter

Registrati alla nostra Newsletter per rimanere sempre aggiornato sulle ultime novità del gruppo ITF