Blog ITF

La prossima mappa per ArmA 3 sarà "Malden" 

malden01

I terreni nel simulatore di ArmA hanno sempre rivestito un ruolo importante, infatti il team di sviluppo della BI ha realizzato una nuova mappa chiamata "Malden". I veterani ricorderanno sicuramente questo terreno perchè era inserito in ArmA Assault Cold War, oggi è stato totalmente rielaborato apportando modifiche, costruzione di nuovi luoghi e soprattutto una grafica molto più elaborata rispetto al passato. Il terreno in questione è stato un banco di prova per il team di sviluppo, specialmente durante la fase di creazione di "Argo" modalità PvP composta 5vs5. 

0
0
0
s2smodern

 Edenbarra

 Proseguiamo con il conoscere la toolbar o barra di scelta rapida di EDEN e per essere più chiaro possibile rappresenterò il tutto in modo “schematico”. Andiamo subito al sodo e prendete come riferimento principale l’immagine di testa per collegare le icone ai numeri di seguito riportati.
N° 1-2-3-4 corrispondo consecutivamente a apri una nuova missione, apri una missione già esistente, salva modifiche, pubblica su steam.
N° 5 e 6 Annulla l'ultima azione completata Ripeti l'ultima azione annullata
Apro una piccola parentesi su questi 2 apparentemente semplici pulsanti. Funzionano perfettamente fino a quando non attivate "gioca scenario" che serve per testare la vostra missione fino a quel punto. Al rientro da tale scelta la memoria, fin li acquisita dalle azioni precedenti, sarà stata scaricata e nonostante si selezioni il pulsante annulla non si avrà alcun effetto! Bug?
N° 7 attiva disattiva l'uso dei widget
N° 8 Widget traslazione
Aggiunge o toglie segmenti colorati RGB che rappresentato le coordinate dell'elemento in mappa.
N° 9 Widget rotazione
Modifica la visualizzazione delle coordinate per consentire la rotazione su assi diversi.

0
0
0
s2smodern

EDEN 

La vera forza di arma 3 non è solamente dovuta alla singolarità della simulazione ma alla possibilità di plasmare le missioni creandole da zero. Questo comporta ad avere una variabilità che rende il gioco quasi esente da restrizioni, dove l’unica limitazione è indotta dalla fantasia. Questo primo articolo ha lo scopo di approcciare il giocatore alla possibilità di iniziare ad entrare nel mondo dell’editing. Ovviamente per farlo bisogna partire dalla basi. Iniziamo ad aprire arma 3 e successivamente selezionare la voce editor. Da qui potete scegliere la mappa che desiderare per iniziare la vostra missione. Usate, per iniziare, la mappa stratis, che considero il muletto per l’editing. Una volta nell’editor prima di qualsiasi iniziativa bisogna settare dal menu le funzioni principali. Procedura essenziale per evitare sorprese durante o alla fine del proprio progetto. Ma andiamo per gradi.

0
0
0
s2smodern

MODSARTICOLO 

In Wikipedia la Mod viene definita come un insieme di modifiche estetiche e funzionali a un videogioco, (abbreviazione dall'inglese modification, modifica; in italiano usata sia al maschile sia al femminile), create da professionisti oppure da giocatori appassionati, allo scopo di aggiornare, migliorare o semplicemente rendere diverso il gioco. Arma 3 non è esente dall'avere una vasta gamma di Mods che arricchiscono, nel vero senso della parola, la giocabilità del simulatore. Il nostro Clan sfrutta queste opportunità che consenteno di avvicinarsi sempre più a ciò che accade nella nuda e cruda realtà di un combattimento. Si ha una sorta di immersione e di profondità che ti porta ad escludere tutto ciò che ti circonda per rimanere il più possibile concetrato in quello che fai e quello che farai in missione, rendendoti conto che non puoi mai abbassare la guardia.

0
0
0
s2smodern

A3Srepository 

Desidero inaugurare questo Blog col presentare un mezzo assolutamente indispensabile nelle attività di un clan di Arma 3; il famoso e pluri utilizzato A3S. Si tratta di un piccolo software ma di grandi potenzialità. Una di queste è la creazione della repository. Di cosa si tratta? E' una funzione che consente l'allineamento delle mods presenti sul PC degli utenti con quelle presenti sul server di gioco. Sembra una banalità detto così ma risolve notevoli problemi organizzativi e controlli estenuanti lato client, premendo un semplicissimo pulsante. Sono sufficienti 3 parametri da inserire nelle apposite textbox (forniti dagli amministratori) per collegarsi in remoto alla repository.

0
0
0
s2smodern

La nostra Newsletter

Registrati alla nostra Newsletter per rimanere sempre aggiornato sulle ultime novità del gruppo ITF