EDEN EDITOR – waypoint predefiniti

EDEN EDITOR – waypoint predefiniti

L’articolo di oggi sarò suddiviso in due parti, una parte scritta ed una in video, facilmente consultabile sul nostro canale YouTube. Tra i numerosi elementi usufruibili nell’editor di Arma ne abbiamo uno che riveste una notevole importanza per rendere maggiormente variabile e dinamica una missione anche senza l’uso di scripts esterni. Questi si trovano nella sezione waypoint → predefiniti.

E’ costituito da una elenco, in ordine alfabetico, di tutte quelle funzioni poc’anzi menzionate. Ma andiamo con ordine.

Queste funzioni perché si possano sfruttate hanno bisogno d’essere abbinate con una unità o gruppo, che sia di terra, di mare o di aria. I dovuti dettagli ve li mostrerò nel video ma ora proseguiamo con elencare le loro peculiarità.

– A BORDO

– A BORDO PIU’ VICINO

– CARICARE

– CERCARE E DISTRUGGERE

– CICLICO

– CON SCRIPT

– CONGIUNGERSI

– CONGIUNGERSI E COMANDARE

– DISTRUGGERE

– ENTRA NEL VEICOLO

– ESCI DAL VEICOLO

– GUARDIA

– IN ATTESA

– LIBERO

– MANTENERE

– MUOVERSI

– PARLARE

– SCARICARE VEICOLO

– SCARICO DEL VEICOLO

– SCENDERE

– SCENDERE

– SEGUI

– SENTINELLA

– SGANCIA CARICO

– SOLLEVA CARICO

– SUPPORTO

Siccome le voci sono tante andrò per gradi e saranno quelle segnate in rosso che verranno spiegate per prime.

E’ buona regola, in qualsiasi situazione, utilizzare la funzione “IN ATTESA”. Questa serve a dire all’unità o al gruppo di attendere prima di fare qualsiasi altra cosa. Ci sono diverse soluzioni per usufruire dell’attesa, una può essere legata al tempo con minimo-medio-massimo l’altra tramite l’attivazione di un trigger collegandoli tra loro.

Questa pratica evita comportamenti anomali non voluti prima di qualsiasi evento prestabilito nella missione. Subito dopo questa precauzione potete aggiungere qualsiasi altra funzione in elenco per portare a termine l’azione delle unità di vostro interesse.

Proseguiamo con spiegare i waypont.

Cercare e distruggere

questo comando sollecita l’unità, gruppo o mezzo a cercare unità nemiche e distruggerle, molto utile. Da segnalare una differenza di comportamento tra mezzi e unità, per i primi in raggio d’azione, nella ricerca, non supera i 300m mentre per le unità o gruppi 50m.

Ciclico

con questo comando si obbliga le unità collegate a compiere all’inifinito un certo comportamento pre impostato. Meglio non abusare molto di questo comando con in mezzi onde evitare che si esaurisca il carburante prima del tempo!

Congiungersi

l’unità o il gruppo si muoverà verso un’altra unità o gruppo e si unirà a quest’ultima.

Congiungersi e comandare

l’unità o il gruppo si muoverà verso un’altra unità o gruppo e si unirà a quest’ultima comandandola.

Distruggere

questo waypoint risulta tra i più ambigui, sembra non funzionare e molti nella community si lamentano del suo utilizzo. Onde evitare informazioni forvianti preferisco sorvolarlo lasciando a voi la volontà, nel caso vi interessi, di fare maggiori ricerce in merito (personalemente lo eviterei).

Guardia

raggiunta la zona da sorvegliare l’unità farà la guardia dell’area di interesse. Se verrà attaccata cercherà riparo per difendersi ma una volta cessato l’allarme i sopravvissuti si riposizioneranno nei loro punti precedenti NON abbandonano mai l’area di pertinenza.

Libero

con questo comanda si libera la squadra dalla formazione predefinita e le unità si muoveranno in diverse direzioni con comportamenti diversi.

Muoversi

tra i più usati per permettere il mivimento delle unità. Se utilizzato per un mezzo di terra e posto sulla strada anche se il movimento in linea d’aria non segue l’andamento della strada, in mezzo si muoverà seguendo correttamente la direzione stradale come se fosse su “binari”.

Sentinella
sembra simile a guardia ma palesemente diverso. Da abbinare ad altri waypoint decisionali per avere comportamenti secondari. In questo caso se attaccati ingaggeranno il nemico e alla fine di tutto si attiverà il waypoint successivo.

Per un ulteriore informativa vi esorto a leggere ulteriori info su questa pagina, (link) Avendo fatto una carrellata generale ora passiamo a mettere in pratica ciò che è stato appreso nella lettura. Seguimi al video!



Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi